Rassegna Stampa:
Cultura della sicurezza: Prevenzione di lesioni gravi e decessi

di John Montigny, chief marketing officer presso Honeywell Safety Products.

2013-05-23

Questo articolo è stato pubblicato come pubblicato sul numero di marzo della rivista ISH N. Fare clic qui.

 

 

  News J Montigny

All’interno di una Cultura della sicurezza, gli incidenti non accadono e basta.

 

Vi è normalmente più di una causa alla base di un incidente con gravi lesioni o, peggio, di un decesso. In quasi ogni occasione, vi sono “avvisi” o “precursori” che giocano ruoli significativi nell’incidente. Questi fattori vanno oltre i semplici errori umani o i rischi calcolati.

Sfortunatamente, molte aziende vivono nella negazione. Spesso si sentono troppo sicuri di sé quando hanno bassi tassi di infortuni, spesso migliori della media per il loro settore. Essi ritengono che il proprio programma di sicurezza stia funzionando bene. I dirigenti in molte di queste aziende non pensano o parlano molto di sicurezza. Vanno avanti nelle loro attività giornaliera ritenendo molto improbabili gravi lesioni o decessi sul luogo di lavoro.

Le statistiche raccontano una storia diversa. Annualmente nel mondo, secondo l’International Labour Organisation (ILO), si verificano circa 270 milioni di incidenti, portandosi via 37 milioni di vite.

Dice la ILO: Una cultura della sicurezza preventiva è cruciale per tutti

Non ha senso avere risultati complessivi eccellenti nelle classifiche sulla sicurezza (numero totale di casi di infortuni per anno), e allo stesso tempo essere impreparati su un grave infortunio o undecesso.

Cause

Tipi specifici di mansioni e controlli di sicurezza sono più strettamente associati a incidenti che hanno un potenziale di lesione grave e decesso (dalle’inglese: SIF - serious injury and fatality ).

Infortuni che coinvolgono l’apertura di apparecchiature e tubi con prodotti chimici pericolosi, la procedura di lockout/tagout, la protezione del macchinario, ingressi in spazi confinati e lavori a caldo tendono ad avere rischi di SIF più elevati; analogamente alle apparecchiature mobili, lavoro sotto carichi sospesi e lavori in altezza. Le Culture della sicurezza di successo studiano attentamente le esposizioni dei lavoratori a rischi elevati, lesioni di elevata gravità o, peggio ancora, decessi, per progettare controlli e interventi per prevenire infortuni gravi e decessi. Questa ricerca richiede pazienza. Anni di analisi di dati sugli incidenti, ricerca sugli incidenti mancati,  attività di verifica e di intervista ai dipendenti sono alcune delle tecniche utilizzate per scoprire questi “precursori” o cause potenziali per il peggior tipo di incidenti di sicurezza.

 

In una Cultura della sicurezza, sono prese misure come queste:

1) Gli infortuni gravi e i decessi, insieme con gli infortuni meno gravi che hanno un potenziale SIF sono tracciati come misura delle prestazioni di sicurezza in modo separato – dato non necessariamente richiesto dal governo, ma cruciale per i miglioramenti interni;

2) Il processo, le politiche e i programmi per ridurre i SIF impegnano i dipendenti, analizzano i dati per identificare e indirizzarsi verso i fattori del luogo di lavoro che portano ai SIF e non incolpano i lavoratori per gli incidenti di sicurezza gravi;

3) Le procedure di sicurezza del processo operativo non sono ignorate, ma considerate cause contribuenti potenziali. Le Culture della sicurezza tracciano le interruzioni operative, i vizi di progetto e gli incendi catastrofici, per esempio, insieme alle misurazioni della sicurezza personale.

Le aziende leader negli anni recenti hanno sviluppato strategie specifiche per ridurre i SIF. Queste strategie iniziano con lo studio delle registrazioni sui rischi per i lavoratori, che possono spesso essere scoperti nei rapporti di infortuni, nei quasi incidenti, nelle osservazioni sulla sicurezza e nei risultati delle verifiche ispettive.

Intraprendere azioni

Le fasi seguenti sono intese come linee guida di riduzione dei SIF e devono essere personalizzate per la vostra Cultura della sicurezza esclusiva.

1) Deve essere implementato un sistema per misurare la frequenza dei SIF e dei potenziali ad alto rischio.

2) Tutti gli infortuni registrabili devono essere valutati per il loro potenziale SIF, nonché i quasi incidenti e i risultati delle verifiche ispettive. È fondamentale scoprire i rischi che portano ai SIF e ai SIF potenziali.

3) Questo richiede una completa onestà e capacità di auto-valutazione. I rischi potenziali possono essere decisioni della direzione di aumentare le ore lavorative, ridurre il personale e interrompere la manutenzione delle apparecchiature.

4) Condurre focus group con i dipendenti e interrogarli sulle condizioni delle apparecchiature e la conformità con le protezioni di sicurezza.

Attraverso questo tipo di studio trasparente e intenso, le Culture della sicurezza imparano che i SIF e i quasi incidenti con alto potenziale di realizzarsi derivano da due fattori principali:

1) Attività lavorative e circostanze di lavoro, come apparecchiature mobili in funzione, lavori in altezza e lavori sotto carichi sospesi;

2) Fonti di rischi ad elevata gravità e l’efficacia delle misure di sicurezza come la procedura di lockout/tagout, i controlli di esposizione ai prodotti chimici e l’ingresso in spazi confinati.

Le Culture della sicurezza comprendono che i tipi di procedure di sicurezza che probabilmente riducono i SIF sono diversi da quelli che diminuiscono i non SIF. È quasi come progettare due tipi di processi di sicurezza che operino quotidianamente su binari paralleli, uno per i SIF e uno per i non SIF. Ciascuno ha il suo modo di mantenimento delle registrazioni e di controllo dei rischi. Entrambi sono amministrati dallo stesso gruppo di professionisti della sicurezza e della salute. Entrambi richiedono l’intervento dei dipendenti e l’enfasi verso la sicurezza da parte della dirigenza.

In queste Culture della sicurezza, sono investite risorse per la sicurezza mirate specifiche, in modi ben ponderati, per ridurre gli incidenti peggiori – le lesioni gravi e i decessi. E, nelle Culture della sicurezza di maggior successo – e più durature – gli sforzi sono i risultati di decisioni ferme e durature provenienti dalla classe dirigente dell’organizzazione, attraverso tutti i livelli, per impegnare le risorse – tempo e denaro – che elimineranno tutti gli infortuni e porteranno il livello a zero. Una Cultura della sicurezza durevole è raggiungibile, e tutti coloro impegnati nella sicurezza devono dare il meglio di sè, in modo che ogni lavoratore e ogni famiglia traggano vantaggio dalla sua realizzazione.